Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se scegli di proseguire nella navigazione, o chiudi questo banner, esprimi il consenso all'uso dei cookie.

Una Pinta di Scienza Autunno 2017

Posted in Trichiana

spinone trichianaGrazie alla collaborazione con il Gastro Pub Allo Spinone, continua "Una Pinta di Scienza". Questi i prossimi due appuntamenti:

Giovedì 23 novembre 2017 ore 20:30

Draghi, fulmini e lenticchie: strane storie di fossili con Manolo Piat

I fossili possiedono un fascino particolare e da sempre l'uomo ha subito la suggestione del loro apparente mistero. Oggi, grazie alla scienza, gli enigmi in loro racchiusi non sono più tali, ma ancora nella seconda metà del XIX secolo i fossili fornivano lo spunto per leggende, teorie stravaganti e rappresentazioni bizzarre. Nel corso di questa relazione il dott. Piat illustrerà brevemente come l'interpretazione dei fossili sia stata plasmata dalla cultura dominante nelle diverse epoche e, allo stesso tempo, abbia a sua volta influenzato il pensiero della gente comune e degli studiosi.


Giovedì 21 dicembre 2017 ore 20:30

"I was born in Warsaw", biografia scientifica di Maria Skłodowska Curie con Fabiano Nart

Nel XIX secolo l'attuale Polonia era sotto la dominazione russa e la vita era fatta di privazioni. In questo ambiente ostile alla cultura, nel 1867 nasceva Maria Skłodowska. Dopo la maturità al ginnasio studiò presso l'illegale flying university, ma non le bastava; raggiunse quindi Parigi in quarta classe, si iscrisse alla Sorbona e si laureò in fisica e poi in matematica. Durante il dottorato conobbe Pierre Curie, si sposarono e Maria divenne la oggi nota Marie Curie. Decisero di occuparsi di un fenomeno nuovo: la radioattività. Lavorando con mezzi rudimentali scoprirono il polonio che valse loro il Nobel per la fisica e, dopo la morte di Pierre, Marie isolò il radio che le valse il Nobel per la chimica. Il dott. Nart propone una biografia scientifica di questa straordinaria donna dedita alla scienza, doppio Nobel e prima professoressa alla Sorbona.